Montereggi
Dal 1926 produciamo il nostro vino

“L’azienda ha origini che si perdono nella notte dei tempi fino al XVII-XVIII […]. Nel 1926 fu acquistata da Pietro Borsini che trasformò la Fattoria Montereggi in un’azienda d’eccellenza toscana. Ultimamente è il pronipote Giorgio Cavalloni che, insieme alla sua famiglia, porta avanti con passione ciò che il nonno gli ha tramandato, prendendosi cura di 15 ettari di vigneto e 44 ettari di uliveto. Tutti i vini presentati hanno un fil rouge che li unisce tra loro […]; questo grazie anche all’ottimo microclima e all’esposizione al sole dei terreni, nonché alla loro giacitura collinare e alla struttura argilloso-calcarea della terra.”

Guida Bibenda 2017

Montereggi
Le origini


Il nome della località Montereggi si deve al re dei Goti Radagaiso, il quale, dopo aver conquistato tutto il Nord Italia, compresa gran parte della Toscana tra cui Fiesole, uscito sconfitto da una battaglia contro i romani, si rifugiò sul poggio di Montereggi dove si dice vi abbia nascosto il suo tesoro.
Da questa leggenda nasce il toponimo Montereggi, in latino “Mons Regis” (monte del re), che dona al territorio dove risiede la nostra fattoria un certo fascino e mistero.
Le origini dell’azienda risalgono al XVII-XVIII secolo quando era costituita da circa 300 ettari (ha), mentre oggi, in seguito a successive divisioni, si estende su una superficie di 100 ha.

La Fattoria
Le origini

Al tempo era suddivisa in poderi, di circa 10-12 ha ciascuno, condotti da famiglie contadine, ed era autosufficiente per la produzione di grano e sementi, olio, vino, allevamento di vitelli da carne, maiali e animali da cortile.
L’azienda agricola venne acquistata nel 1926 da Pietro Borsini, che riuscì a comprendere l’importanza della sua posizione in aperta campagna e comunque vicinissima a Fiesole e Firenze.
Nel secondo dopoguerra, grazie alla spinta innovatrice di Pietro Borsini e con la forte volontà di suo figlio Mario di trasformare la Fattoria Montereggi in un’azienda d’eccellenza toscana, vennero impiantati i vigneti e gli oliveti specializzati e costruito il frantoio aziendale, oggi non più attivo, dando sviluppo all’economia del territorio.

L'Azienda
Le origini

Vennero inoltre acquistati i primi trattori e altre macchine per lavorare la terra: evento storico per l’Italia del periodo e per l’azienda stessa, che venne accolto dai contadini con stupore e felicità.

Come testimoniano le parole di Tonino, all’epoca contadino per conto dell’azienda, che diceva: “Io facevo tanti chilometri a piedi tutti i giorni per lavorare i campi e quando il Signor Pietro – così veniva chiamato Pietro Borsini- lo seppe, acquistò subito un trattore, perché disse che non voleva vedermi ammazzare di fatica”.

Riconoscimenti
Vi aspettiamo nella nostra cantina

Vendita diretta in azienda dei nostri prodotti (anche vino sfuso e in bag in box) il mercoledì dalle 8,00 alle 18,00 e il sabato mattina fino alle 12,00. Per esigenze particolari non esitate a contattarci!


Visite guidate con degustazione su prenotazione

This website or its third party tools use cookies!